RUBRICA- CrossOver- Combinazione

A 34 anni mi ritrovo nel mio salotto di Modena a guardare il video della serie di attacchi di oggi per capire come migliorare più in fretta.
Già, avete letto bene. A quanto pare ci sono cascata ancora! E si cade con le ginocchiere, così ci si fa meno male.

Ciao ragazzi, bentornati su CrossOver.
A settembre, nel momento in cui Greta ha fatto un passo indietro dal nostro progetto, ho preso la decisione di abbandonare l'attività agonistica di Beach Volley per buttarmi a capofitto nel Coaching tra lavoro e formazione
È stata una decisione piuttosto naturale: sia perché nonostante io fossi molto motivata a giocare fino a Rio, in Italia non possiamo vantare un bacino di atlete di Beach Volley al quale attingere come magari è possibile fare in altri stati come la Germania, gli Usa, il Brasile... sia perché la mia nuova vita da Coach stava aspettando solo che le dedicassi continuità.

Tante cose sono successe in questi mesi, tanti cambiamenti, tante decisioni.
Per arrivare fino a qui, fino al mio trasferimento a Modena con l'obiettivo di avvicinarmi ad Ekis, l'azienda di formazione e crescita personale con cui lavoro.
E vuoi non trovarti una squadra di pallavolo qui in zona? :-D

La realtà è che questo passaggio (quello di tornare a giocare) non era nei miei programmi, ma mi si è presentata l'occasione di conoscere la società del Volley San Michelese che con grande entusiasmo e serietà mi ha proposto di giocare con loro da qui alla fine della stagione.
Ho già conosciuto persone gentili e disponibili, un ambiente molto professionale e una squadra divertente e ambiziosa: un mix fantastico che si sposa con la mia nuova vita lavorativa.

Devo dire che, nonostante io abbia continuato ad allenarmi fisicamente, stare lontana dalla palla per 4 mesi si è rivelato essere il periodo più lungo di sempre. 
Ha comportato dei lividi sulle braccia alla prima uscita (come i dilettanti :-p ), un pò di rigidità di spalla e schiena e la riscoperta di un grande Amore.
Ahimè non c'è niente da fare: adoro allenarmi e giocare!
Fortunatamente, durante la fase di stop, ho incontrato chi mi ha preparata fisicamente : voglio ringraziare la palestra Blufit di Montebelluna, capitanata da Jurek che, insieme a tutti i suoi ragazzi nei corsi e in sala pesi, mi ha seguita quotidianamente e mi ha permesso di ricominciare a giocare.

Ecco quindi il motivo del video di cui scrivo all'inizio. Ora c'è da recuperare in fretta per tornare a divertirsi e vincere!

Poco fa ascoltavo una canzone di Jovanotti che mi piace molto, si intitola "La Valigia".
È una canzone d'amore tra un uomo e una donna, ma come sono solita fare, ricerco i significati e le frasi utili per me e ciò che sto vivendo.
Dice così:

"Io sono una valigia
e giro di stazione in stazione
in molti mi trasportano
ma solo tu hai la combinazione.

Ma chi l'avrebbe detto che la vita
ci travolgeva come hai fatto tu.
Tu m'hai aperto come una ferita,
sto sanguinando ma non ti lascio più,
io non ti lascio più."

Beh... che noi atleti abbiamo sempre la Valigia pronta è una verità assoluta.
Pensate a quanti traslochi, quanti viaggi, quante trasferte.
Pensate a quante volte abbiamo preparato, ordinato, svuotato la nostra borsa di allenamento.
Perché tutti noi, anche i più confusionari, almeno una volta sono stati perfetti ed emozionati.
Pensate a quando la borsa ci viene consegnata con il materiale nuovo, alla soddisfazione di avere al suo interno ogni cosa che ci è necessaria, messa in modo preciso.
Ad ogni oggetto il suo ruolo, ad ogni tasca il suo scopo.

E la valigia per partire per la trasferta? Che sia per un torneo di beach che dura una settimana, o per una trasferta di pallavolo di due giorni... quanta attenzione e cura ci abbiamo dedicato ogni volta? Vietato dimenticare qualcosa! E allora via ad eseguire mentalmente il check delle cose indispensabili :-D

Qual'è l'oggetto che non può mancare nelle tue valigie o borse d'allenamento?
Io ho sempre con me dei libri, un profumo e l'elastico per la spalla.


La "combinazione" di cui parla Jova è riferita alla modalità di questa ragazza di saper entrare nel suo cuore.
In molti lo trasportano, ma solo lei sa qual'è l'esatto codice per aprire il lucchetto.

Lego questo concetto della combinazione a ciò che mi ha da sempre motivato a preparare tutte quelle valigie e le borse d'allenamento.
A spostarmi, a cambiare luoghi, relazioni, amicizie, ambienti.
A scegliere, rischiare, buttarmi, sognare.

La mia combinazione si chiama Passione.
La Passione per la Vita, per i miei Sogni, per le Persone, per quello che faccio e per come lo faccio.
La Passione per l'Entusiasmo, per un Obiettivo, per il mio Scopo.
La Passione che ti infonde Curiosità, Energia, Coraggio.
Ho sempre rappresentato la Passione, con il potere dell' immaginazione, come un fuoco che mi arde nel petto.
Un fuoco le cui fiamme si muovono a spirale, ad indicare movimento, pienezza, vivacità.
Forse è anche per questo che quando sono felice non riesco a stare ferma immobile, ma ho bisogno di sentire il ritmo, quasi di danzare.
Proprio come i bambini. Che sono sempre in movimento e ridono con il loro corpo.

Qual'è la tua combinazione? Cosa ti spinge a fare quello che fai? Cosa ti muove verso i tuoi sogni?

"Nella tua casa i resti di una vita
passata a smettere e ricominciare
nei tuoi cassetti un paio di segreti
pronti per quando me li vorrai dire."

Essere Atleti è fantastico.
Quanti episodi, immagini, ricordi nella mente di ognuno di noi.
Quante canzoni dedicate a momenti speciali, che varietà di risate e occhi con cui entrare in sintonia.
Per non parlare del rumore del pallone sulle braccia, del suono che ti resta nella mano quando hai attaccato la palla perfetta.
Che arcobaleno di emozioni e sensazioni: dalle lacrime di gioia a quelle amare della sconfitta, della delusione.
Quante le persone che hanno camminato insieme a noi per dei tratti della nostra strada.
Persone diventate incancellabili, che albergano nel nostro cuore, che ci hanno forgiato nel corpo, nel carattere, nello spirito. Quante esperienze ed episodi da raccontare.
Che bellezza la vita dell' Atleta.

"Non vi dirò come finisce la storia
anche perchè non è finita mai
Se scorre un fiume dentro ad ogni cuore
arriveremo al mare prima o poi"


Alla prossima,
Momi.